Padre MarianoCarissimi AMICI & FAMIGLIE,

vi saluto con tanta gioia. Ho iniziato il viaggio di rientro in Italia per i controlli sanitari alle corde vocali e per altri problemi dovuti all'età.

Il viaggio é andato un pò male e un pò bene. Infatti da più di un mese la compagnia aerea che faceva il servizio aereo una volta alla settimana o ogni due settimane da Kisangani a Bondo ora non viene più perché, dicono loro, non c'é più materiale da trasportare.

Così abbiamo organizzato il viaggio di 200 km in moto: una moto portava me e un'altra moto trasportava la valigia e la borsa.

Il problema é stato il fatto che dopo 40 km é cominciato a piovere. Ci siamo fermati per mezz'ora. Abbiamo ripreso il viaggio. Dopo due ore é ripreso ancora a piovere. Si vedeva infatti che c'era un temporale in giro. Altra fermata con riposo e chiacchere forzate.
Si riparte dopo un'ora e più. Al 130 km c'é stata un'altra fermata di due ore e più sempre a causa della pioggia.

Normalmente qui in Africa l'acqua, le piogge sono una vera benedizione e anch'io sono d'accordo. Ma stavolta é venuta giù per due ore e più.

Altra fermata in una capanna. Evidentemente la gente era a dormire perché eravamo già alle ore 23.00.
Siamo ripartiti alle due di notte e siamo arrivati nella cittadina di Buta alle 7.30 del mattino. Infatti si é viaggiato con calma per via del pantano sulla strada.
Io ero proprio stanco stanco. Pazienza.

Siamo stati accolti molto bene dal vescovo e dai sacerdoti di quella zona. Dopo quattro giorni sono riuscito a viaggiare con l'elicottero dell'ONU. E' stata una vera fortuna, proprio perché l'ONU aveva cominciato la presenza in quella zona da due settimane.

Ora mi trovo qui a Kisangani. Lunedì prossimo riparto con l'aereo dell'ONU per Kinshasa. Il fatto é che con la storia dei miei controlli sanitari quelli dell'ONU hanno accettato le mie domande di viaggiare con i loro mezzi. Che bello.

Nei momenti liberi a Buta e qui a Kisangani ho trovato il tempo per pregare, riflettere e anche incontrare tanta gente nuova. Sono le sorprese che la provvidenza mi ha riservato. Devo riconoscere ancora una volta che non tutto il male viene per nuocere...!

E' tutto per il momento. Vi mando anche una foto dei miei amici di Bàmbilo.

Vi saluto e vi dico un arrivederci al mese di maggio. Ciao

Padre Mariano Prandi

Saluto a Padre Mariano in partenza